Vendere casa velocemente a Grosseto
vendere casa velocemente a Grosseto

E’ sempre più difficile vendere velocemente casa a Grosseto, ma conoscendo 3 semplici consigli potrai farlo più facilmente.

Vendere casa velocemente a Grosseto, così come in altre piccole e medie città italiane, vuol dire muoversi con agilità conoscendo e usando metodiche semplici, la cui semplicità è strettamente relazionata alla conoscenza del mercato immobiliare.

Non si tratta di segreti di stato, tant’è vero che abbiamo riassunto tutto in 3 consigli molto semplici, la cui applicazione necessita di conoscenze approfondite dei relativi ambiti. Non è detto sia impossibile acquisire dette informazioni, infatti ci sono molti privati che riescono a vendere casa per proprio conto.

Privatamente si va più per tentativi, perché per avere una conoscenza quotidiana del mercato immobiliare del proprio quartiere bisogna farlo per lavoro. Tant’è vero che molti privati, prima di mettere casa in vendita per conto proprio si fanno valutare casa da diverse immobiliari, pratica un po’ incoerente dico io: di solito chi vende privatamente non ama gli agenti immobiliari, quindi rivolgersi a loro per capire il mercato mi sembra inopportuno.

Conosco colleghi che non fanno apprezzare la mia categoria: ma così come per ogni professione, arte o mestiere… non siamo tutti uguali.

Se me lo permetti, così come ti ho dato 3 consigli preziosi per come vendere casa velocemente a Grosseto, te ne vorrei dare altri 5 per provare un buon agente immobiliare a Grosseto.

 

Come scegliere un agente immobiliare (i criteri per selezionare un buon agente).

Due dei più grandi sbagli che i venditori fanno quando scelgono un agente immobiliare, è selezionarlo unicamente in base a:

Valutazione più alta dell’immobile
Provvigione più bassa sul mercato
A prima vista un venditore potrebbe domandarsi, in relazione alle due cose: “E perché dovrei svendere? E perché dovrei pagare tanto?“, dopotutto è comprensibile che ad un venditore interessi realizzare il prezzo più alto e pagare il meno possibile di spese accessorie. Dopo 15 anni di esperienza, però, posso assicurare che questi due criteri hanno in realtà poco a che fare con l’assicurarsi un agente competente e, in molti casi, sono criteri che portano a scelte sbagliate, quelle che poi fanno parlar male della mia categoria.

Vediamo il perché.


Il prezzo più alto di incarico consigliato. 

Un agente serio non può dirti a quanto si venderà al centesimo la tua casa. Sarebbe una falsità.

Ma un valido agente conosce il mercato di zona e il reale valore delle case e lui sì che può parlarti di vendite fatte o eventuali trattative in corso per immobili similari al tuo e/o appartamenti attualmente in vendita, nella tua stessa zona.

Poi sarai solo TU, ovviamente, a decidere se vendere casa al prezzo che lui ti consiglia e solo l’acquirente ti dirà poi se il prezzo è giusto.

Tieni conto già da subito che siccome gli agenti non possono garantirti il prezzo di vendita, l’agente che ti prometterà il realizzo più alto, probabilmente non sarà attendibile. Pur di prendere l’incarico, qualche agente potrebbe infatti distorcere la verità ed allettare il venditore. Chiedi a quell’agente di dimostrarti con le prove il realizzo tanto alto che ti promette. Probabilmente non ne avrà o ti starà parlando di case vendute in altre zone o circondari.

Un buon agente non ti parla di un prezzo “secco”, ma sempre di un minimo e un massimo. C’è sempre un range di prezzo. Molti fattori determinano detta gamma (range) e in un mercato rallentato come questo, la distanza tra minimo e massimo è davvero minima.

Fissare un prezzo è un’arte. Se l’agente fa bene il suo lavoro in questa fase, la prima offerta arriverà entro le prime 3-5 settimane. Se invece opterai per l’agente che pubblicizzerà la tua casa ad un prezzo troppo alto, potresti addirittura non ricevere visita alcuna. Attenzione, anche un prezzo troppo basso è un problema: ciò potrebbe far pensare a chi legge il tuo annuncio che la tua casa ha qualche problema.

Puoi davvero scegliere un agente solo in base alla provvigione che ti chiede?

Gli agenti immobiliari non sono uguali; ognuno è unico. Ricorda che più o meno il 40% degli agenti produce approssimativamente il 90% del business, sia in franchising che in modo indipendente. Ricorda che i grandi marchi del franchising spesso non ti assicurano la qualità dei servizi perché affidano lo svolgimento del lavoro a ragazzi giovani e inesperti perlopiù non abilitati come agenti e ricorda che spesso puoi trovare MASSIMA qualità in una piccola agenzia indipendente. Tutto dipende dall’agente: la differenza la fa sempre e solo la persona. Ogni agente vanta peculiari tecniche di marketing o strategie pubblicitarie svariate. L’essenziale per te è scegliere un agente preparato, autorevole, ricco di referenze e collegato ad altre agenzie da lui selezionate, con cui è pronto -se sarà necessario- a condividere la vendita onde raggiungere il maggior numero di potenziali acquirenti: ciò costituisce un grande vantaggio, perché parlerai sempre e solo con lui, ma la tua casa verrà proposta contemporaneamente da molte agenzie. Questi sono i vantaggi con cui lavoro con successo da anni in Grosseto.

Raggiungere contemporaneamente un gran numero di acquirenti significa ricevere offerte molto prima e avere un solo interlocutore vuol dire decidere prima sul da farsi.

Se cerchi qualità e tranquillità domandati perché mai un agente dovrebbe accettare di lavorare per meno soldi della concorrenza o addirittura a zero provvigione? Ricorda che c’è sempre una ragione per cui un agente accetta di ridurre il suo guadagno: a volte è l’unico modo in cui egli pensa di poter sopravvivere in un mercato altamente competitivo, visto che non riesce a farlo né per la qualità dei servizi che offre, né per la sua scarsa preparazione, né per le sue capacità negoziali.
Se l’unico beneficio che un agente ti apporta è una provvigione bassa, chiediti un secondo il perché. Forse quell’agente è in difficoltà economiche o, peggio ancora, è impreparato? Vuoi lavorare con un agente del genere?

Un agente valido negozia la sua provvigione solo in alcune particolari circostanze:

stai acquistando e allo stesso tempo vendendo una casa con lui, dandogli quindi la possibilità di guadagnare su entrambe le transazioni;
decidi di pagargli a parte tutta la consulenza di marketing, pubblicità e spese relazionate alla vendita;
gli garantisci coi fatti di procurargli altri incarichi da vendere, quindi, avendo un incremento del suo business per tuo tramite, ti ripagherà abbassando la provvigione sul tuo appartamento;
siete parenti, amici di vecchia data, familiari, ecc. ecc.
Un’altra problematica relazionata ad un agente che lavora a provvigioni basse è la sua tendenza ad accettare le offerte più stracciate per sbrigarsi a guadagnare e, inoltre, l’avere in portafoglio immobili a prezzi altissimi che restano sul mercato per molto tempo (di solito gli agenti che lavorano a provvigioni basse sono anche quelli che accettano incarichi a tutti i prezzi… non è sempre così ma è un fenomeno consueto). La differenza fra chi ti chiede un 1% o un 3% è soltanto un 2%. Chiediti se vale la pena, a costo di risparmiare un semplice 1%-2%, di scegliere un agente low-cost che non ha mezzi per indicarti il vero prezzo di mercato e non può permettersi il lusso di mantenere un marketing attivo e ben pianificato per la vendita di casa tua. Molla chi ti promette di lavorare allo zero percento: non farà alcun investimento sulla tua casa.

Ricorda che un agente valido farà lui tutto il lavoro, dall’inizio alla fine, senza mai disturbarti… e a te resterà ben il 96%-97% del prezzo ottenuto grazie INTERAMENTE al suo lavoro, fatto a sue spese e a sua cura. È un bel risultato no??

L’importanza del marketing agenzia.

Innanzitutto c’è da ricordare che un buon marketing non fa realizzare un prezzo più alto di quanto valga realmente il tuo appartamento: stiamo parlando di marketing e non di miracoli. Il marketing vende case, nel senso che in un panorama come quello odierno, che vede centinaia di case in vendita e poche decine di acquirenti reali, un ottimo marketing consente di aumentare la visibilità della tua casa pubblicizzata ad un prezzo di mercato. Il buon prezzo da solo non basta: ci vuole anche il marketing. Chiedi all’agente il suo piano di marketing. Cosa farà esattamente il tuo agente per vendere la tua casa? Questo è il minimo che puoi aspettarti e che il sottoscritto offre a ognuno dei suoi clienti:

Due diligence approfondita sul tuo immobile
Report periodici sull’andamento della vendita.
Marketing diretto personalizzato di zona.
Home staging (su richiesta).
Fotografie professionali.
Virtual tour o tour 360° (su richiesta).
Presenza sui maggiori portali.
Visite con la fornitura delle planimetrie e dei possibili miglioramenti in pianta.
Open house.
Mailing marketing per zone particolari.
Ricorda, non è la singola tattica a venderti casa, ma una combinazione di metodi tra i sopracitati ed altri, in riferimento al caso di specie, a vendere il tuo immobile.

 Caratteristiche di un buon agente immobiliare.

Qui di seguito trovi alcune delle caratteristiche che i venditori ricercano in un agente affidabile:

Esperienza. Lascia che gli agenti improvvisati e/o impreparati si facciano le ossa con i soldi di qualcun altro.
Istruzione. 
Onestà. Fidati del tuo intuito guardandolo negli occhi. Un agente valido ti parla dal cuore.
Relazioni. Questo è un lavoro di persone. Molti agenti vendono perché hanno contatti e collaborano.
Capacità negoziali. A te serve un buon negoziatore e non qualcuno che accetta il primo venuto pur di sbrigarsi a venderti casa e incassare subito.
Buona comunicazione. Un valido agente dev’essere un buon comunicatore. I guru della vendita assicurano che comunicazione e disponibilità sono le chiavi di ogni transazione.
Infine, chiedi garanzie scritte su ciò che ti assicura di fare per la tua casa. Se l’agente non fosse disposto a farlo, non permettergli di venderti 

                                                                                            Luigi Ciampi